Benvenuti su “lucasquinzani.it”

Essere portiere è un qualcosa che va oltre lo sport, una filosofia di vita, un modo di crescere. «La nostra filosofia è semplice: non siamo qui a produrre campioni in serie. Il talento, la possibilità di sfondare, sono aspetti marginali. La cosa più importante è cercare di produrre una buona struttura morale per questi ragazzi. Trasformarsi in buoni portieri è un percorso molto simile a quello che conduce a diventare degli uomini». (Fabien Barthez)

“Gli altri giocatori possono sbagliarsi di brutto una volta o anche di più, ma si riscattano con una finta spettacolare, un passaggio, magistrale,un tiro a colpo sicuro: lui no. La folla non perdona il portiere. E’ uscito a vuoto? Ha fatto una papera? Gli è sfuggito il pallone? Le mani di acciaio sono diventate di seta? Con una sola papera il portiere rovina una partita o perde un campionato, e allora il pubblico dimentica immediatamente tutte le prodezze e lo condanna alla disgrazia eterna. La maledizione lo perseguiterà sino alla fine dei suoi giorni.” (Eduardo Galeano)

Un caldo benvenuto a tutti i visitatori del mio sito. Sin dalla più tenera età sono stato affascinato e stregato dal ruolo del portiere; questo attore solitario fondamentale per il gruppo, estroso, particolare, bizzoso ma soprattutto equilibrato; prima atleta più completo, oggi giocatore più completo. Forse è la figura che di più nella letteratura sportiva ha stimolato la vena poetica e letteraria di grandi e piccoli scrittori (Umberto Saba, Josè Saramago, Pier Paolo Pasolini …) : in poche parole il Numero Uno. Rubando alcune righe alla prefazione dell’amico Roberto BECCANTINI nel mio libro “L’evoluzione dei numeri uno”, direi che mai così poche parole poterono sintetizzare l’essenza di questa figura: << […] Perché sì, il portiere è un mondo a sé, uno sceriffo solitario in un Far West che le regole hanno rivoluzionato e reso sempre più viscido, pericoloso. Se sbaglia il portiere, crolla tutto il saloon, non solo l’entrata. […] Un mestiere con i guanti, non particolarmente borghese, non necessariamente proletario. […] >> Ho avuto la fortuna di difendere i pali più o meno pregiati, dai dilettanti ai professionisti, in due continenti e tre nazioni; dall’Italia alla terra Yankee alla Svizzera rosso crociata. Appesi i guanti alla traversa, da alcuni anni mi occupo della preparazione dei numeri uno, oltre a lavorare per l’Università di Torino alla SUISM (Scuola Universitaria Interfacoltà di Scienze Motorie). Questo sito vuole essere un mezzo per dare l’opportunità a chi lo volesse di conoscermi meglio, per tenervi aggiornati sul mondo dei portieri e sulla mia attività, per mettere a disposizione per quanto possibile le mie esperienze e la mia professionalità, per essere (perché no) punto d’incontro di questo mondo parallelo. Troverete news aggiornate, informazioni sulla mia attività e quant’altro. Se il vostro peregrinare vi ha portati qua, è perché anche voi fate parte di questo mondo ed amate questo ruolo; non importa se da attori principali, allenatori, preparatori o semplici appassionati; una cosa ci accomuna tutti: essere Numeri Uno nell’animo, nello sport come nella vita. LUCA SQUINZANI

 

 

ULTIME NEWS PUBBLICATE

Il mio ultimo libro sui portieri: L’evoluzione tecnico-tattica del portiere da USA 1994 a Brasile 2014.

——————————————

Il mio secondo libro sui portieri: L’evoluzione dei numeri uno.

——————————————

Il primo libro su stadi e tifosi:  Lo stadio è di tutti.